Tematiche
Archeologia misteriosa
Fenomeni paranormali
Luoghi e oggetti misteriosi
Enigmi
U.F.O. e Alieni
IeM Group
Il gruppo di ricerca
L'attrezzatura
Esecuzione delle indagini
Le relazioni delle indagini
Segnala il tuo caso
News
News dal mondo
News dal sito
Mailing list
Social & Contact
On twitter
On facebook
Contattaci
Segnalazioni
Torna alla Home
Ultimo articolo inserito
La mente e il paranormale

psicofoniaChe ruolo ha la mente di fronte al mondo del paranormale? Non è facile trovare una risposta che sia in grado di accontentare tutti di fronte a questa domanda, molte sono le ideologie ed ipotesi che possono portare a differenti conclusioni, tra di loro anche contrarie. Non si discute soltanto per capire se la mente può essere la causa oppure no di un determinato fenomeno, ma anche se la stessa possa in qualche modo ingannarci e quindi farci avere solo l’illusione di un fenomeno, che in realtà, dunque, potrebbe non esistere. Non c’è una linea comune, il paranormale è un argomento ormai troppo vasto per contenere una sola risposta per ogni casistica.

Tanti sono i racconti e le testimonianze di case infestate, oggetti che si spostano, visioni di figure antropomorfe, e dunque, quali possono essere le riposte legate a tali fenomeni? Dove possiamo collocare la mente? Ha un ruolo marginale o ne è la protagonista? Come descritto prima, le tre casistiche che sembrano molto vicine tra di loro, in realtà potrebbero avere cause differenti, dunque potrebbero essere si catalogate come “fenomeni paranormali”, ma ciò non implica che siano il frutto della stessa causa.

Nel dettaglio, la visione di figure antropomorfe (o dettagli di, come per esempio un volto od una mano), non solo in “diretta”, ma anche in una interpretazione di immagini e fotografie, potrebbe avere come base una caratteristica della mente, ovvero l’associazione di figure sconosciute per noi a forme e figure, sempre a noi, più famigliari. La nostra mente, infatti, tende ad interpretare ed ad associare le nuove forme in ciò che il nostro “bagaglio di esperienze e conoscenze” ci offre, e questo procedimento ci può portare ad errori di valutazione, del tutto in buona fede, che in alcuni casi ci portano ad urlare “paranormale”, quando in realtà dietro c’è solo un inganno, della nostra stessa mente, inganno che prende il nome di pareidolia. In questo caso, dunque, la mente ha un ruolo che sta al di fuori della causa, se l’avvenimento è da considerarsi genuino, ma ha un ruolo centrale se il fenomeno stesso non esiste, e ne sia solo un parto della stessa mente.

Continua a leggere l'articolo >>


Mailing list
Tieniti aggiornato sulle novità



Inserisci il tuo indirizzo e-mail per essere sempre aggiornato sulle novità del portale.

Condividi la pagina:

Condividi su Facebook